Vediamo insieme cos’è e a cosa serve la Terapia Manuale.

La Terapia Manuale Ortopedica è una specializzazione della fisioterapia per il trattamento delle patologie neuro-muscolo-scheletriche, basata sul ragionamento clinico, che utilizza approcci di trattamento altamente specifici, i quali includono le tecniche manuali e gli esercizi terapeutici. È guidata dalle prove di efficacia cliniche scientifiche disponibili e dalla struttura biopsicosociale di ogni singolo paziente. La terapia manuale ortopedica è quindi l’insieme di tecniche manuali che utilizza il fisioterapista, previo ragionamento clinico specifico. Se vi state chiedendo cosa sia il ragionamento clinico, va considerato come il processo cognitivo che porta a prendere decisioni cliniche. Per questo realizziamo una raccolta di dati in cui ogni domanda e/o azione viene realizzata con con un obiettivo. Questo ci porterà a generare una serie di ipotesi che, continuando con il processo, andremo confutando fino a definire e realizzare un intervento efficace per ogni paziente. Si tratta di un modello aperto, per il quale è importante sviluppare e apprendere determinate competenze per il fisioterapista.

È la più antica tecnica di approccio al dolore del paziente in medicina, oggi si è molto evoluta grazie all’apporto di grandi studiosi che nel passato hanno contribuito al suo sviluppo. Pertanto vi sono numerose tecniche differenti (Terapia manuale osteopatica, Maitland, Mckenzie, Mulligan, Buttler, Manipolazione Fasciale, Gonstead, Kaltenborn, Cyriax, ecc…) derivate dai vari padri fondatori,che differiscono solo per tecnica manuale e ragionamento clinico, ma il cui fine è identico, ovvero modificare tre aspetti nel paziente per migliorare la sua esperienza di dolore: aspetti biomeccanici, neurofisiologici e neuropsicologici.

  • Quando parliamo di cambiamenti biomeccanici ci riferiamo a quelli che causano un miglioramento nella limitazione della mobilità.
  • I cambiamenti neurofisiologici più importanti sono l’ipoalgesia locale (diminuzione della sensibilità al dolore), la diminuzione della percezione del dolore nel sistema nervoso centrale a fronte di uno stimolo doloroso ripetuto, il cambiamento nei mediatori infiammatori periferici, e il miglioramento dell’esperienza dolorosa in diverse aree del SNC.
  • I cambiamenti neuropsicologici consistono nel miglioramento dello stato emotivo conseguente alla riduzione dei sintomi e la variazione positiva delle aspettative del paziente.

Conclusioni

La terapia manuale, per essere efficace, necessita dell’esercizio terapeutico. L’obiettivo principale è quello di mantenere e addirittura aumentare i benefici ottenuti con la Terapia Manuale durante il trattamento. Questi programmi di esercizio devono essere specifici, personalizzati e mirati a facilitare il movimento e ridurre o centralizzare i sintomi. Sono di tipi differenti, e tra questi troviamo automobilizzazioni articolari (che cercano di riprodurre ciò che il fisioterapista fa nella pratica clinica), esercizi di potenziamento muscolare o i classici esercizi per lo stiramento dei muscoli (stretching).
Dietro ogni competenza manuale del vostro fisioterapista vi sono indubbiamente molti anni di studio, esperienza e aggiornamento continuo. Il tutto per garantirvi un recupero molto rapido dalle problematiche che affliggono il sistema muscolo-scheletrico ogni giorno.

“Manus Sapiens Potens est” – “La mano che conosce è potente”, Luigi Stecco

Per maggiori informazioni, per prenotare un consulto valutativo o un percorso, contattaci al +39 351 6954272 o invia una mail a fisioingstudio@gmail.com

Bibliografia:

  • Terapia Manuale: imparare a muovere e percepire / J. Schomaker / Masson
  • Terapia Manuela dell’apparato locomotore: un approccio basato sull’evidenza / Cookchad E. /Piccin
  • Tidy’s – Manuale di Fisioterapia /Ediermes
  • Terapia Manuale neuromuscolare – Granger / Piccin

1 Comment

FisioIng LabSettembre 9, 2019 alle 11:32 pm

Hi, this is a comment.
To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
Commenter avatars come from Gravatar.

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *